MUSICA

NEWHIT | IRENE GRANDI : “DEVI VOLERTI BENE” È IL NUOVO MERAVIGLIOSO INEDITO CHE È STATO INSERITO NELLA TRACKLIST DEL DOPPIO ALBUM “GRANDISSIMO”

Ire­ne Gran­di tor­na con un nuo­vo sin­go­lo e video, Devi voler­ti bene (Cose da Grandi/Artist Fir­st), dispo­ni­bi­le da vener­dì 19 giu­gno: una can­zo­ne che chiu­de il cer­chio aper­to al Festi­val di San­re­mo con “Final­men­te io”, bra­no scrit­to per lei da Vasco Ros­si (insie­me a Rober­to Casi­ni, Gae­ta­no Cur­re­ri e Andrea Righi) che affron­ta­va gli erro­ri, i limi­ti, le man­can­ze, gui­dan­do una riscos­sa, attra­ver­so l’invito a fare ciò che sen­tia­mo giu­sto per noi, alla consapevolezza.

Ma non è l’unica novi­tà, anche Ire­ne Gran­di tor­na sul pal­co e lo farà il 22 luglio con un live uni­co all’Auditorium Par­co del­la Musi­ca di Roma, in Cavea.

In Devi voler­ti bene (bra­no che la stes­sa Ire­ne ha fir­ma­to con Cur­re­ri, Romi­tel­li, Casi­ni e Pul­li) la ricer­ca del bene den­tro e fuo­ri di noi diven­ta un impe­ra­ti­vo di rina­sci­ta. Ire­ne par­la del tema di que­sto bra­no in ter­mi­ni sin­ce­ri e pro­fon­di, come ogni cosa che ha affron­ta­to nel­la sua ven­ti­cin­quen­na­le car­rie­ra di rocker:

“‘Devi voler­ti bene’. Me l’ha det­to anche in que­sti gior­ni una mia ami­ca. Ma per­ché è così dif­fi­ci­le voler­si dav­ve­ro bene? Quan­te vol­te ci con­su­mia­mo die­tro a qual­che desi­de­rio che non ci ren­de dav­ve­ro feli­ci? E quan­te vol­te ciò che sce­glia­mo o deci­dia­mo non va ver­so il nostro vero bene? In que­sto stra­no perio­do in cui a cau­sa del Covid-19 ci sia­mo dovu­ti tut­ti fer­ma­re met­ten­do in discus­sio­ne mol­ti aspet­ti del­la nostra vita, abbia­mo avu­to anche modo di fer­mar­ci a riflet­te­re su noi stes­si e i nostri affet­ti, le nostre abi­tu­di­ni, il nostro lavo­ro, i nostri sogni e le nostre risor­se inte­rio­ri. Ne stia­mo uscen­do un po’ pesta­ti ma anche più con­sa­pe­vo­li di ciò che è impor­tan­te, come l’amicizia, la soli­da­rie­tà, la con­di­vi­sio­ne, la coscien­za di esse­re tut­ti col­le­ga­ti e che ognu­no di noi può fare del­le scel­te più respon­sa­bi­li per costrui­re un nuo­vo per­cor­so. Par­ten­do da que­sti pen­sie­ri si deve lavo­ra­re ad una rina­sci­ta, un pro­get­to di futu­ro più soste­ni­bi­le, con idee che rimet­ta­no al cen­tro l’uomo e l’ambiente. Cre­do che tut­to ciò sia “voler­si bene”; quel bene per­so­na­le che coin­ci­de con quel­lo comu­ne e con il desi­de­rio di costrui­re un mon­do migliore.”

Devi voler­ti bene e Final­men­te io sono sta­ti inse­ri­ti nel­la trac­kli­st del­la spe­cia­le edi­zio­ne del dop­pio album “Gran­dis­si­mo” usci­ta lo scor­so 14 feb­bra­io. Gran­dis­si­mo (2019 – Cose da Gran­di / Arti­st Fir­st) rap­pre­sen­ta i pri­mi 25 anni di que­sta straor­di­na­ria arti­sta, la sua ani­ma plu­ra­le – roc­ket­ta­ra ma anche can­tau­tri­ce e inter­pre­te raf­fi­na­ta – in sedi­ci bra­ni di cui quat­tro ine­di­ti, sei hit riar­ran­gia­te live e sei clas­si­ci ripro­po­sti nel­le col­la­bo­ra­zio­ni in duet­to con Sanan­da Mai­treya (Teren­ce Trent D’arby), Lore­da­na Ber­tè, Levan­te, Fio­rel­la Man­no­ia, Car­men Con­so­li, Ste­fa­no Bollani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: