MUSICA NOVITA'

NEWHIT | GANOONA : “CUCURUCUCÙ” DESCRIVE IL SENTIMENTO DI CHI È NATO DA DUE CULTURE LONTANE

Dal 26 giu­gno sarà dispo­ni­bi­le su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li e in rota­zio­ne radio­fo­ni­ca CUCURUCUCÙ (Noi­ze Hills Records), il nuo­vo bra­no del rap­per e song­w­ri­ter GANOONA.
Non fate­vi ingan­na­re dal­le sue sono­ri­tà tro­pi­ca­li e dal rit­mo reg­gae­ton: CUCURUCUCÙ è una can­zo­ne dal­la com­po­nen­te testua­le pro­fon­da­men­te auto­bio­gra­fi­ca e dai riman­di seman­ti­ci asso­lu­ta­men­te nostalgici. 

Con que­sto suo nuo­vo ine­di­to GANOONA vuo­le apri­re uno squar­cio su una dimen­sio­ne inti­ma e a trat­ti malin­co­ni­ca che carat­te­riz­za da sem­pre la sua vita, e lo fa can­tan­do di quel sen­ti­men­to sen­za nome di chi è figlio di due cul­tu­re lon­ta­ne, e che non si sen­te vera­men­te a casa da nes­su­na par­te. In bili­co tra i palaz­zi del­la Mila­no opu­len­ta e osten­ta­tri­ce e le case di ter­ra­cot­ta nel deser­to del Mes­si­co, Ganoo­na rac­con­ta lo spae­sa­men­to, come un nau­fra­go sen­za una casa a cui tor­na­re: come un Ulis­se sen­za la sua Itaca.

«Mol­to spes­so i figli di “cop­pie miste”, o mul­ti­cul­tu­ra­li che dir si voglia, a un cer­to pun­to scel­go­no da che par­te sta­re e ten­do­no a rimuo­ve­re la cul­tu­ra e l’appartenenza dell’altro geni­to­re – spie­ga Ganoo­na par­lan­do del­la tema­ti­ca cen­tra­le del suo nuo­vo bra­no — Io non sono mai riu­sci­to a sce­glie­re, e la musi­ca è la mia occa­sio­ne per sen­tir­mi tutt’uno. Era da tan­to che vole­vo par­la­re di que­sto argo­men­to, final­men­te era giun­to il momen­to di far­lo, e dopo aver riscrit­to il testo mil­le vol­te, aver scar­ta­to tan­to mate­ria­le, è vera­men­te libe­ra­to­rio esse­re riu­sci­to a par­lar­ne come vole­vo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: