MUSICA

“L’ODORE D’INCENSO”, È DISPONIBILE IL NUOVO SINGOLO DI JUNIOR V

Junior V, il sin­go­lo Odo­re d’In­cen­so segna la matu­ri­tà arti­sti­ca tra indie folk e pop internazionale

Odo­re d’In­cen­so è il tito­lo del nuo­vo sin­go­lo e video di Junior V, da vener­dì 29 mag­gio in tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li pub­bli­ca­to da Bunya Records.

Odo­re d’In­cen­so è una bal­lad deli­ca­ta e inten­sa, dove il can­tau­to­re puglie­se cri­stal­liz­za sen­ti­men­ti e musi­ca­li­tà che voglio­no diven­ta­re il bigliet­to da visi­ta del­la sua rin­no­va­ta dimen­sio­ne arti­sti­ca. Lascia­ti alle spal­le i retag­gi del mon­do reg­gae che ave­va­no carat­te­riz­za­to la sua ado­le­scen­za sono­ra, ora Vin­cen­zo è pron­to per navi­ga­re ver­so una matu­ri­tà musi­ca­le che lo rap­pre­sen­ta appieno.

Ho scrit­to que­sta can­zo­ne alle 4 di mat­ti­na di un lune­dì sera: pio­ve­va e un incen­sie­re con­ti­nua­va a bru­cia­re den­tro la mia stan­za. Ho sfo­ga­to la rab­bia che ave­vo den­tro, o for­se era delu­sio­ne per un amo­re con­su­ma­to dal­le incer­tez­ze” spie­ga l’artista.

Se nel testo rica­ma i colo­ri dell’amore, la meta­fo­ra dell’incenso richia­ma il suo sen­ti­re qua­si misti­co, dove con paro­le e agget­ti­vi rac­con­ta il suo lato più pro­fon­do. Un cre­scen­do armo­ni­co e melo­di­co che par­te dal­la stro­fa qua­si sot­to­vo­ce, per esplo­de­re poi con for­za nell’appassionante ritornello. 

Indie folk che striz­za l’occhio al pop inter­na­zio­na­le, per la pri­ma vol­ta scrit­to inte­ra­men­te in ita­lia­no con una soli­da pro­du­zio­ne che nul­la ha da invi­dia­re ai miglio­ri arti­sti da clas­si­fi­ca. Il master, infat­ti, è sta­to rea­liz­za­to pres­so i leg­gen­da­ri Abbey Road Stu­dios da Chri­stian Wright, sound engi­neer che ha col­la­bo­ra­to — tra gli altri — con Ed Shee­ran, Franz Fer­di­nand, Blur, Radio­head e mol­ti altri. La relea­se che farà par­te del nuo­vo album di pros­si­ma pub­bli­ca­zio­ne, è accom­pa­gna­ta dall’omonimo video­clip rea­liz­za­to dal regi­sta Luca Pisched­da che ha uti­liz­za­to le tavo­le ine­di­te dell’illu­stra­to­re Roby il Pet­ti­ros­so. Dise­gni ani­ma­ti raf­fi­gu­ra­no gra­fi­ca­men­te le paro­le e i con­cet­ti del testo, dove il trat­to deli­ca­to dell’artista diven­ta com­ple­men­ta­re a suo­ni e liri­che diven­tan­do una natu­ra­le esten­sio­ne visi­va del­la canzone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: