MUSICA

“FREE DRINK” È IL NUOVO SINGOLO DEL TALENTO CALABRESE L’ENNESIMO

L’ennesimo pre­sen­ta Free Drink (La Luma­ca Dischi), secon­do sin­go­lo del­la nuo­va fase crea­ti­va del polie­dri­co talen­to cala­bre­se in usci­ta con il suo pri­mo LP entro il 2020.

Voglio che la mia musi­ca sia di tut­ti, che pos­sa far bene agli altri come ha fat­to a me. Ho vis­su­to per diver­si mesi fuo­ri dall’Italia, ho visto la fame, ho lavo­ra­to un sac­co, vis­su­to mesi in cui ogni gior­no ascol­ta­vo que­ste can­zo­ni per ave­re ener­gia e tene­re vivo il sogno aspet­tan­do il momen­to di poter­le regi­stra­re. In Free Drink si sen­te rab­bia, voglia di riscat­to, la stra­da e la deso­la­zio­ne, l’energia di cui ave­vo biso­gno. Il posto di cui par­lo nel ritor­nel­lo non è un posto rea­le, ben­sì una situa­zio­ne nel­la qua­le ero inca­stra­to in Ita­lia e dove mi sen­ti­vo stret­to, fat­ta di un lavo­ro sot­to­pa­ga­to, di pen­sie­ri non det­ti e di posti nei qua­li non mi sen­ti­vo a mio agio. Que­sta can­zo­ne è come Fred­do Cane, una pro­mes­sa per il futuro”.

La gene­si musi­ca­le di Free Drink è una sto­ria tut­ta da rac­con­ta­re:

”Sin­te­tiz­za­to­ri lun­ghi come stra­de, bas­si distor­ti, una bat­te­ria fre­ne­ti­ca che esplo­de all’inizio del bra­no per poi lasciar­ci e ripren­der­ci, avan­ti e indie­tro, in modo sin­co­pa­to e deci­so. ‘Wel­co­me to Ire­land’ mi dis­se Mike quan­do mi rega­lò quel­la chi­tar­ra mez­za rot­ta con cui scris­si le par­ti del­la demo di Free Drink. Il gior­no pri­ma par­lam­mo e gli dis­si che mi man­ca­va­no i miei stru­men­ti musi­ca­li rima­sti in Ita­lia e che sen­za chi­tar­ra mi sen­ti­vo per­so.
Si pre­sen­tò la mat­ti­na seguen­te con que­sto rega­lo uni­co, sim­bo­li­co, che ades­so por­te­rò per sem­pre den­tro que­sto disco. La chi­tar­ra che si ascol­ta nel bra­no è quel­la che regi­strai nel pro­vi­no ini­zia­le con il mic del cel­lu­la­re. Deci­dem­mo di tener­la in fase di pro­du­zio­ne per il signi­fi­ca­to che dava alla can­zo­ne”.

Free Drink segue Fred­do Cane, subi­to inse­ri­to nel­la play­li­st Scuo­la Indie di Spotify.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: