CONCERTI

ULTIMO SI SFOGA SUI SOCIAL “IL TOUR SARÀ RINVIATO PROBABILMENTE NEL 2021”

Ulti­mo pub­bli­ca sui pro­pri social un lun­go post riguar­do il suo tour negli sta­di. In que­sti gior­ni, l’artista avreb­be ini­zia­to le pro­ve, ma pur­trop­po per l’emergenza virus, tut­to è sta­to sospe­so. Infat­ti come dice Ulti­mo, il tour sarà qua­si cer­ta­men­te spo­sta­to nel 2021.

“Oggi avrem­mo dovu­to ini­zia­re le pro­ve per i 15 sta­di. Que­sta situa­zio­ne ha spaz­za­to via ogni nostra ambi­zio­ne. Sono sta­to un anno a pre­pa­rar­mi fisi­ca­men­te, men­tal­men­te e vocal­men­te. Ora?
Ora si par­la di distan­zia­men­to socia­le e nume­ri con­tin­gen­ta­ti. Argo­men­ti così cru­di.
Rice­vo mol­ti mes­sag­gi sul fat­to che io non mi espon­ga sul­la fac­cen­da, in effet­ti ave­te ragio­ne.
Io non so fare quel­lo che vi sup­pli­ca di indos­sa­re la masche­ri­na o di sta­re atten­ti ai con­tat­ti fisi­ci. Per quel­lo ci sono già trop­pi a far­lo in tv ed io non ho le car­te in rego­la per poter risul­ta­re cre­di­bi­le dicen­do­lo.
Il tour sarà rin­via­to, pro­ba­bil­men­te al 2021, ma il moti­vo di un ritar­do del­la comu­ni­ca­zio­ne non dipen­de né da me, né dal­la mia agen­zia dei con­cer­ti. Dipen­de dal gover­no che for­se non dà il giu­sto peso ed impor­tan­za alla musi­ca e all’arte in gene­ra­le.
Poi però ci chie­do­no di can­ta­re su insta­gram o in qual­che tra­smis­sio­ne per alle­via­re il dolo­re alla gen­te, ma noi sia­mo la gen­te, alme­no io mi col­lo­co tra voi, tra noi.
Non can­te­rò in qual­che diret­ta o in qual­che tra­smis­sio­ne per dimo­stra­re quan­to sia bel­la la musi­ca che uni­sce le ani­me nostre. No.
È una scel­ta mene­fre­ghi­sta? No. Il con­tra­rio.
Io cre­do nel silen­zio di chi sa aspet­ta­re.
Non ho biso­gno di ricor­dar­vi che esi­sto con qual­che video o foto posta­ta.
Io sono a casa mia e scri­vo, per­chè è quel­lo che so fare… e scri­ve­rò fin­ché le paro­le si faran­no pesca­re den­tro me.
L’unica cosa che mi sen­to di dir­vi da ragaz­zo di 24 anni è quel­lo di fare ciò che voi rite­ne­te giu­sto. Non so quan­do supe­re­re­mo que­sta fase.
So che que­sto è il momen­to per chiu­der­si un po’ den­tro di noi e chie­der­ci quel­le cose che for­se fan­no male, ma ci faran­no cre­sce­re… qual­sia­si età abbia­mo.
A 15 anni ho scrit­to in Giu­sy, che dal dolo­re si può rico­min­cia­re… e allo­ra mi affi­do a lui e pen­so: RICOMINCEREMO
”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: