MUSICA

NEK CI SPIEGA COME E’ NATO IL SUO SINGOLO ”PERDONARE”

Arri­va così, a sor­pre­sa, con un annun­cio dell’artista fat­to nel cor­so di una diret­ta Insta­gram, PERDONARE, il nuo­vo sin­go­lo di NEK Filip­po Nevia­ni, in radio e su tut­te le piat­ta­for­me digitali.

In que­sti mesi Nek sta­va lavo­ran­do ai bra­ni per il suo nuo­vo album, la secon­da par­te de IL MIO GIOCO PREFERITO, ma fer­mar­si non sareb­be sta­to one­sto e ha deci­so di rico­min­cia­re a con­di­vi­de­re can­zo­ni con la gente.

«Sta­vo regi­stran­do un disco ha det­to Nek sui suoi social Mi sono fer­ma­to quan­do è comin­cia­to tut­to que­sto, per­ché mi sem­bra­va dura anda­re avan­ti e muo­ve­re una mac­chi­na com­ples­sa, un moto­re dif­fi­ci­le da far gira­re, in que­sto momen­to. Alcu­ne rego­le sono sal­ta­te, ma ci deve esse­re un modo per rein­ven­tar­le e rimet­te­re al cen­tro le can­zo­ni, per­ché al di là di logi­che e dina­mi­che, c’è sem­pre e solo la musi­ca. E le emo­zio­ni che muo­ve nel­le per­so­ne. Fer­ma­re tut­to que­sto pro­ba­bil­men­te non è un bene, per gli ope­ra­to­ri del set­to­re e per il pubblico». 

Nel cor­so del­la sua diret­ta social, Nek ha ina­spet­ta­ta­men­te volu­to fare qual­che accen­no, oltre a PERDONARE, anche ad altri bra­ni ai qua­li sta lavo­ran­do in vista del­la pub­bli­ca­zio­ne del­la secon­da par­te dell’album. Un biso­gno, anche arti­sti­co, di far sen­ti­re alla gen­te, a mag­gior ragio­ne in un perio­do come que­sto, il frut­to del pro­prio lavoro.

PERDONARE (distri­bui­to da War­ner Music Ita­ly e scrit­to da Nek, José Louis Pagan, Die­go Can­te­ro, Vale­rio Car­bo­ni e Giu­lia Ana­nia) è una can­zo­ne d’amore, ma soprat­tut­to è una can­zo­ne di speranza.

“Rial­zia­mo­ci da ter­ra, ripar­tia­mo da qui, se anco­ra due desti­ni dico­no di si. Lo so che cam­bie­rà, cam­bie­rà e se cam­bie­rà ama­re è per­do­na­re, perdonare”.

«Comin­cia­mo da qui, e poi andia­mo avan­ti, pas­so dopo pas­so, con altra musi­ca, altri con­te­nu­ti ha det­to Nek, sem­pre sui suoi social – Cer­che­rò di star­vi vici­no e di ren­der­vi par­te­ci­pi nei pros­si­mi gior­ni di tut­to quel­lo che fare­mo. E cre­do che pre­sto riu­sci­rò anche a far­vi sen­ti­re un album intero».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: