MUSICA

”Casa Anastasia’’, è disponibile il nuovo album di InO

Andrea Sel­la, in arte InO, pub­bli­ca CASA ANASTASIA, nuo­vo album ed esor­dio da soli­sta, com­ple­ta­men­te auto­pro­dot­to. Un disco da can­tau­to­re, con una costru­zio­ne del­le can­zo­ni “vec­chio stam­po” ma sen­za igno­ra­re i suo­ni e gli sti­li che carat­te­riz­za­no il pre­sen­te. Ana­sta­sia come la non­na mater­na, sim­bo­lo di affet­to e di vici­nan­za, per un disco capa­ce di impe­ti improv­vi­si e di iro­nia, par­lan­do mol­to d’amore ma sen­za ecces­si zuccherosi. 

Il pun­to di par­ten­za del­le can­zo­ni è spes­so acu­sti­co, ma sen­za guar­da­re trop­po agli stec­ca­ti si fini­sce per sbor­da­re spes­so nel rock, nel pop, per­fi­no nell’indie, con atti­tu­di­ni musi­ca­li spes­so vici­ne a quel­le di una band vera e pro­pria. InO, infat­ti, nell’album ha col­la­bo­ra­to con Mat­teo Modi­ni, bat­te­ri­sta e co pro­dut­to­re; Alber­to Girar­del­lo, bas­si­sta; Danie­le Asni­car, chi­tar­ri­sta. L’album è sta­to regi­stra­to da Luca Sam­mar­tin nel­lo stu­dio Pro­du­zio­ni fan­ta­sma di Mon­tec­chio Mag­gio­re, Vicen­za. InO è attual­men­te fina­li­sta regio­na­le a San­re­mo Rock.

L’al­bum para­dos­sal­men­te – rac­con­ta Andrea - potreb­be per me rap­pre­sen­ta­re già una mini rac­col­ta di ciò che di vali­do son riu­sci­to a scri­ve­re in que­sta mia nuo­va veste, una sor­ta di bigliet­to da visi­ta da far sen­ti­re in giro il più pos­si­bi­le per vede­re l’ef­fet­to che fa, dicia­mo una sin­te­si per fis­sa­re il pun­to di par­ten­za

Andrea Sel­la, clas­se ‘79, vicen­ti­no. Nel 1998 ini­zia l’avventura nel­la musi­ca come bas­si­sta nei Why­so­da fino al 2001, poi nei Rou­lot­te­Hi­Fi fino al 2010 e nei Blue Book per alcu­ne col­la­bo­ra­zio­ni mol­to frut­tuo­se. Nel 2011 ini­zia la sto­ria dei Good­bye­vi­sa, una band di rock alter­na­ti­vo can­ta­to in ingle­se che anco­ra esi­ste ma che attual­men­te è in pau­sa per scri­ve­re e regi­stra­re pez­zi nuo­vi. La costan­te di tut­te que­ste espe­rien­ze è sem­pre sta­ta l’au­to­pro­du­zio­ne e la voglia di suo­na­re solo ed esclu­si­va­men­te pez­zi inediti. 

InO è un pro­get­to di can­tau­to­ra­to nato qua­si per caso nel 2015, che pia­no pia­no ha pre­so for­ma e corag­gio con la scrit­tu­ra nel­la madre lin­gua, cosa qua­si mai spe­ri­men­ta­ta seria­men­te pri­ma. Il nome è spun­ta­to già mol­ti anni fa ed è ope­ra del­la non­na mater­na Ana­sta­sia. “Andrei­no” era trop­po lun­go quin­di InO diven­ne il nomi­gno­lo per un’infanzia spen­sie­ra­ta ma anche mol­to malinconica. 

CASA ANASTASIA è il quin­to album in tota­le ma il pri­mo da soli­sta e in lin­gua ita­lia­na. Il tito­lo è dedi­ca­to alla non­na per quel­lo che di buo­no è sem­pre riu­sci­ta a dona­re ad Andrea. La casa in pri­mis, come luo­go del cuo­re, dove si sta bene e al sicu­ro, un po’ come tra le brac­cia di una per­so­na cara, ma anche con rife­ri­men­to al luo­go fisi­co dove attual­men­te il can­tau­to­re si reca anco­ra per suo­na­re con gli amici. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: