MUSICA

“Stupid Love” è il nuovo brano dance di Lady Gaga

Lady Gaga tor­na alla ribal­ta con il suo nuo­vo sin­go­lo “Stu­pid Love”, in usci­ta oggi vener­dì 28 feb­bra­io 2020. Con sono­ri­tà net­ta­men­te più dan­ce, qua­si a ripren­de­re lo sti­le di Born This Way del 2011, que­sto bra­no pre­an­nun­cia l’uscita del suo nuo­vo album, che in mol­tis­si­mi, secon­do le indi­scre­zio­ni rila­scia­te dal­la stes­sa can­tau­tri­ce, pen­sa­no si inti­to­le­rà “Chro­ma­ti­ca”.

Vit­ti­ma di lea­kag­gio nel­le scor­se set­ti­ma­ne, mol­ti “lit­tle mon­sters” han­no avu­to la pos­si­bi­li­tà di un pre­a­scol­to del­la nuo­va hit, pron­ta­men­te eli­mi­na­ta dal team qual­che ora dopo la pub­bli­ca­zio­ne onli­ne. Lo con­fer­ma con l’hashtag #Sho­tO­ni­Pho­ne, Lady Gaga ha inte­ra­men­te scel­to di gira­re il suo nuo­vo video­clip con il nuo­vo iPho­ne 11. In un ambien­te tra il post apo­ca­lit­ti­co, l’extraterrestre e l’uso di costu­mi pie­ni di colo­re e diver­si­tà, in armo­nia con le stes­se ideo­lo­gie del­la can­tan­te, l’artista deci­de di dedi­car­si a Daniel Askill, già regi­sta col­la­bo­ra­to­re di Sia, spe­cie per la pro­du­zio­ne del video­clip di “Chan­de­lier”.

L’artista tor­na nel­la sce­na del pano­ra­ma musi­ca­le dopo 4 anni di stal­lo, dedi­ca­ti anche al cine­ma e alla reci­ta­zio­ne. Can­di­da­ta all’oscar come miglior attri­ce pro­ta­go­ni­sta per il suo film d’esordio “A Star is born”, l’artista vin­ce l’oscar come miglior can­zo­ne per “Shal­low”, colon­na sono­ra del film, e, tra gli altri, il BAFTA award, il Gol­den Glo­be award e il Cri­tics’ choi­ce movie award.

Un’artista polie­dri­ca, pie­na di grin­ta, amo­re e pas­sio­ne per la sua musi­ca, che non si è mai arre­sa a nul­la. Alter­na negli anni vari sti­li, dal pop puro al coun­try, al jazz e all’acustico, mai per­den­do di ori­gi­na­li­tà e tec­ni­ca. Una don­na dal­la for­te pro­pen­sio­ne al rispet­to e alla tute­la del­la per­so­na, che sia per iden­ti­tà di gene­re, orien­ta­men­to ses­sua­le e/o etnia di pro­ve­nien­za. Ha lot­ta­to per se stes­sa e chiun­que abbia cre­du­to e con­ti­nui a cre­de­re in lei. E men­tre la stra­gran­de aspet­ta già la pub­bli­ca­zio­ne dell’album e del­le pros­si­me date del nuo­vo tour, “stu­pid love” è già un otti­mo com­pro­mes­so per rico­min­cia­re ad appas­sio­nar­si alla musi­ca dell’autrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: