MUSICA

Negramaro, le tre date baresi sono state magnifiche

Se si voles­se rias­su­me­re la tri­plet­ta bare­se del tour dei Negra­ma­ro al Pala­flo­rio di Bari in un’u­ni­ca paro­la direi: SPETTACOLO. Giu­lia­no e com­pa­gni han­no rega­la­to sen­za dub­bio un’e­ven­to uni­co e spe­cia­le ai tan­tis­si­mi fans puglie­si pre­sen­ti mer­co­le­dì, gio­ve­dì e vener­dì. Non è sta­ta una sem­pli­ce esi­bi­zio­ne dei bra­ni cele­bri e del­l’ul­ti­mo album, ma uno spet­ta­co­lo impre­ve­di­bi­le. Mol­ti dei loro bra­ni sono sta­ti rivi­si­ta­ti ren­den­do­li più fre­schi e attua­li e nel fina­le han­no crea­to un vero e pro­prio show di chiu­su­ra con del­le bre­vis­si­me cover e gran­dis­si­mo intrat­te­ni­men­to musi­ca­le per con­clu­de­re in bel­lez­za una sca­let­ta magni­fi­ca. E’ sem­pre emo­zio­nan­te poter rive­de­re Lele dopo il brut­to perio­do pas­sa­to e veder­lo final­men­te più sere­no e sor­ri­den­te. Ho visto un Giu­lia­no a pro­prio agio can­ta­re con emo­zio­ne e feli­ci­tà. Si sen­ti­va a casa, lo dice­va spesso.

Gli altri ragaz­zi del­la band era­no gasa­tis­si­mi, sopra­tut­to, Gia­co­mo Spe­di­ca­to che non ha sen­ti­to per nien­te l’an­sia del pri­mo tour. Per chi era pre­sen­te, inve­ce, era in esta­si. Due ore e mez­za cir­ca di pura magia ed emozione.

Non pote­te non assi­ste­re ad un con­cer­to del gene­re. Non si può spie­ga­re o rac­con­ta­re. In quei momen­ti si chiu­de la men­te e si lascia viag­gia­re il cuore.

Gra­zie ragaz­zi. Meri­ta­te un bel 10 e lode.

14 FOTO di Ales­san­dro Napoletano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: