MUSICA

Rivolta social sulla classifica finale di Sanremo 2019. (Il sondaggio Instagram)

Ho aper­to ieri un son­dag­gio su Insta­gram riguar­do la clas­si­fi­ca fina­le del Festi­val di San­re­mo e tan­tis­si­mi fans mi han­no rispo­sto, arrab­bia­ti. Era imma­gi­na­bi­le la rea­zio­ne dei tan­ti soste­ni­to­ri dei benia­mi­ni arri­va­ti in posi­zio­ni ina­spet­ta­te. Non è sta­to pri­ma di tut­to accet­ta­to il pri­mo clas­si­fi­ca­to, Mah­mood. L’ar­ti­sta ha la “col­pa” di supe­ra­re in clas­si­fi­ca Ulti­mo e Lore­da­na Ber­té ama­tis­si­mi dal pub­bli­co. Però, in fon­do, il can­tan­te è in gam­ba e potrà ora dimo­stra­re di aver meri­ta­to la vit­to­ria. L’in­giu­sti­zia vera è non aver con­ces­so nes­sun rico­no­sci­men­to ad un’ar­ti­sta immen­sa come Lore­da­na Ber­té, anche se, secon­do me, vin­ce il pre­mio più impor­tan­te: l’a­mo­re del pub­bli­co. Ogni sua esi­bi­zio­ne è sta­ta una stan­ding ova­tion e l’an­nun­cio del quar­to posto ha rice­vu­to un’on­da­ta di fischi ed urla da but­ta­re giù un tea­tro. In con­clu­sio­ne, l’ar­ti­sta più accla­ma­to dai social è sen­za dub­bio Ulti­mo. I miei son­dag­gi sono col­mi di rab­bia per la man­ca­ta vit­to­ria. In fon­do, Ulti­mo ha vin­to per il pub­bli­co con il suo 46,5% con­tro i 39,8% de il Volo e 14,1% di Mah­mood. Però non è basta­to. Pur­trop­po ha dovu­to fare i con­ti con sala stam­pa e la giu­ria d’o­no­re che evi­den­te­men­te non ha pre­fe­ri­to per nien­te la sua can­zo­ne. Spes­so va così e can­tan­ti come Vasco Ros­si inse­gna­no che non con­ta a qua­le posto arri­vi, se vali farai stra­da. Basta ave­re tut­ta que­sta rab­bia per­chè d’o­ra in poi ciò che con­ta è por­ta­re avan­ti un pro­get­to nel miglio­re dei modi. Lo dice lo stes­so Ulti­mo in una inter­vi­sta. Anche i vin­ci­to­ri stes­si al di fuo­ri del festi­val han­no vita dif­fi­ci­le nel por­ta­re avan­ti la pro­pria can­zo­ne. La dura lot­ta è ora. Il Festi­val di San­re­mo è una gara si, ma sopra­tut­to è uno spet­ta­co­lo. Quin­di basta ram­ma­ri­car­si e arrab­biar­si con un can­tan­te che meri­ta ora di goder­si la vit­to­ria. La musi­ca non deve esse­re rab­bia e ram­ma­ri­co. La musi­ca è e deve por­ta­re amo­re. Ora met­te­te le cuf­fie alle orec­chie e ascol­ta­te la musi­ca che ama­te. Il festi­val è finito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: